< < < HOME

27.03.2013

TRASPARENZA IN CONSIGLIO COMUNALE GRAZIE AD INTERNET

Questa è una mia opinione apparsa sui giornali nel settembre del 2011.



Sono convinto che la città di Lugano debba essere più trasparente nei suoi meccanismi politici ed amministrativi. Io permetterei la ripresa video/audio del Consiglio Comunale (CC) in streaming sul Web. Affinché i cittadini possano ogni volta che vi è un tema “caldo” scegliere di poterci vedere al lavoro. Pubblicherei altresì sul Web tutti i nomi di chi beneficia dei mandati pubblici sia diretti che a concorso. La rete permette infatti una trasparenza e una libertà d'informazione che non ha precedenti nella storia umana. Tuttavia è necessario essere in possesso delle migliori informazioni sull'uso corretto della stessa, altrimenti ci si “beve” ogni notizia trovata sul Web. Facebook (FB) è una geniale macchina “tritatutto” che nel bene e nel male consente a chiunque, prima di tutto, di arricchire Mark Zuckerberg e in secondo luogo, di poter pubblicare delle informazioni in tempo reale senza complicazioni tecniche.

Ecco perché da un anno circa mi permetto di informare i miei “amici” che in alcuni casi sono anche miei elettori, sui temi importanti che si stanno discutendo, cercando di farne anche una “traduzione” in termini semplici. È chiaro che sono notizie sommarie e assolutamente “di parte”, le mie opinioni sui fatti in corso d'opera. La videosorveglianza, la rinaturazione della foce, la protezione di Gandria, la tassa sul sacco, il famigerato preventivo 2011, ecc.ecc.

La differenza dai bollettini di partito sta nel fatto però che a volte nasce un dibattito con gli “amici” che si interessano al tema in discussione. Dibattito che a volte prosegue oltre il CC e che stimola l'interesse per la “cosa pubblica” e rende meno impenetrabile la discussione politica.

È la prima volta che a Lugano succede un fatto simile e ne sono entusiasta. L'informazione agli elettori esce dal “palazzo” quasi in tempo reale! Sia chiaro che questo non pregiudica il mio lavoro in CC. Ci sono spesso lunghe ed a volte pedanti, discussioni su tematiche i cui dossier sono noti a tutti, che mi permettono di avere il tempo di scrivere dei mini riassunti sulla mia bacheca. Cerco di stimolare il dibattito e di passare delle informazioni secondo la sensibilità di noi socialisti che non troverebbero spazio nei mass media ufficiali che quasi sempre rispondono a poteri non vicini a noi della sinistra che nei “mezzi” siamo “squattrinati”. Alla fine del CC, poi, pubblico tutto nel mio blog ufficiale per permettere a chi non è iscritto a FB di accedere alle mie notizie, e poi alessioarigoni.ch funge anche da “archivio”, cosa che invece non è possibile su FB.


Alessio Arigoni

16 settembre 2011


"Politica e attivismo" . Altri articoli della stessa categoria

Webdesign by Toast Communication Lab